Perché i legumi gonfiano la pancia? Come risolvere il problema?

perche-legumi-gonfiano-pancia-risolvere-problemaDa secoli i legumi fanno parte del nostro paniere alimentare e le persone di tutto il mondo riconoscono il loro fascino in quanto sono alimenti nutrienti e versatili.
Sono piante annuali e anche un’ottima fonte di proteine e aminoacidi: lenticchie, fagioli, ceci, fave, sono ricchi di vitamine, minerali e fibre solubili che sono benefiche per l’apparato cardiovascolare e per l’organismo in generale.

Il loro basso indice glicemico e l’alto potere saziante rendono le leguminose il cibo ideale per tenere sotto controllo il diabete. Con l’arrivo dei periodi freddi sono sinonimo di vellutate, zuppe, minestre e in sostanza non se ne può proprio fare a meno.

Tuttavia, nonostante i benefici e la loro bontà, hanno un effetto molto fastidioso che fa infiammare l’intestino. I legumi, infatti, molto spesso sono causa di gas intestinali e fanno gonfiare la pancia.
Nella loro genetica queste verdure contengono il raffinosio, una molecola composta da glucosio, fruttosio e galattosio.

Il trisaccaride non è scomponibile e non è facile da assorbire o da digerire e quando arriva nell’intestino crasso, la flora intestinale lavora per scomporlo attraverso la fermentazione batterica. Questo processo provoca irritazione nelle pareti intestinali con conseguente produzione di gas che riusciamo ad espellere attraverso la tipica flatulenza e che provoca il gonfiore addominale.

Legumi e pancia gonfia come risolvere il problema

Uno dei migliori modi per evitare l’effetto della pancia gonfia è quello di mettere i legumi in ammollo per 24 ore. Questo procedimento idrata il tegumento o la membrana protettiva e vengono rilasciati gli zuccheri oligosaccaridi. Successivamente si scarta l’acqua dove sono stati precedentemente immersi e si cucinano con il bicarbonato di sodio. In questo modo, oltre a velocizzare la cottura, le pareti diventano più tenere e l’acqua calda con il bicarbonato entra in contatto con il raffinosio e ne contrasta l’effetto.

Lo svantaggio è che la temperatura dell’acqua durante l’ebollizione fa perdere molti minerali e vitamine, ma alla fine si mangerà un piatto sano, ricco di energia e senza il timore di avere la pancia gonfia a causa dei gas intestinali.

Aggiungere spezie e condimenti può aiutare ad avere l’addome sgonfio. Ad esempio dal momento che le leguminose si prestano molto bene per le vellutate e anche per le insalate si possono accompagnare con il cumino, l’anice, il rosmarino e il finocchio che sono ingredienti che riducono la fermentazione nell’intestino.

Altri aromi che possono essere aggregati o presi sotto forma di infuso dopo aver mangiato il cibo sono la menta, la salvia, la cannella, la camomilla e il cardamomo.

Per rendere più digeribili i legumi, si possono cuocere a fuoco lento poiché si degradano gli zuccheri e si possono presentare a tavola sotto forma di purea, schiacciati o preparati come paté e hummus.

Mangiare con calma è un consiglio valido per tutti i tipi di pietanze, la masticazione lenta dei legumi e tenendo a lungo il bolo in bocca, permette di assorbire le vitamine e le sostanze nutritive, senza correre il rischio di avere disturbi derivati dall’aerofagia.

POTREBBERO INTERESSARTI...

Polpo-caratteristiche-proprieta
pesce

Polpo: caratteristiche e proprietà

Il polpo è un mollusco davvero interessante, si tratta di un cefalopode ottopode (ovvero con otto appendici, corrispondenti ai tentacoli, che servono per il movimento) diffuso nei mari di tutto il mondo. Considerato un animale estremamente intelligente, dà prova di

CONTINUA A LEGGERE »

SEGUICI SU INSTAGRAM

[elfsight_instagram_feed id="2"]

    pranzo cena aziendale rimini

    CHIAMA

    ‎WHATSAPP

    PRENOTA

    MAPPA