La guida per apparecchiare la tavola correttamente

guida-apparecchiare-tavola-correttamenteOltre a scegliere un ottimo menù da servire, quando abbiamo ospiti è molto importante saper apparecchiare correttamente la tavola.

I commensali che siederanno ad un tavolo devono avere almeno cinquanta centimetri di spazio per poter mangiare con comodità e in modo tale da sentirsi a proprio agio. Quindi bisogna scegliere con cura il tavolo adeguato in base al numero di commensali.
La tovaglia è l’elemento più importante da scegliere in quanto una stampa multicolore potrebbe distogliere l’attenzione dai piatti serviti, quindi è consigliato utilizzare tovaglia semplice come quelle di lino bianco oppure quelle di fiandra. Inoltre deve essere realizzata con dei tessuti resistenti in modo tale da consentire lavaggi veloci e anche perché così resisteranno più a lungo nel tempo.

Non bisogna ignorare la grandezza del tavolo per scegliere con cura le dimensioni della tovaglia: infatti la caduta laterale non deve superare i cinquanta centimetri di lunghezza per lato così da non disturbare i nostri ospiti. I tovaglioli devono essere dello stesso tessuto della tovaglia in quanto devono essere coordinati con essa. Per quanto riguarda le dimensioni, queste non devono superare i quaranta centimetri per i quaranta centimetri.

Ma nel caso di pranzi o cene informali, si decida di utilizzare tovaglioli di carta, si consiglia di evitare quelli a fantasie, è molto meglio scegliere quelli a tinta unita in modo tale da abbinarli più facilmente al colore della tovaglia e al set di piatti selezionati. Per quanto riguarda la posizione dei tovaglioli, invece, questi devono essere posti a destra, a sinistra o sopra i piatti: la scelta è prettamente di carattere estetico. Ma non devono mai essere posti sotto alle posate!

A volte in alcuni ricevimenti, il tovagliolo è posizionato sul piatto e, solo se l’antipasto è già servito prima che i commensali siano seduti, viene posizionato alla sinistra del piatto e della forchetta.

Se si tratta di una serata o di un pranzo importante bisogna disporre anche i sottopiatti, che possono essere dorati, argentati o abbinati al set di piatti. Il sottopiatto deve avere delle dimensioni comprese tra i trentatré e i trentacinque centimetri.
Sopra va poi disposto il piatto piano, mentre il piatto fondo deve essere disposto solo nel caso in cui siano previste zuppe o minestre all’interno del menù. Per quanto riguarda il piattino porta pane deve essere messo in alto a sinistra.

Il servizio di posate deve essere coordinato al resto del servizio di piatti e bicchieri. La forchetta deve essere messa a sinistra del piatto per il semplice motivo che questa posata viene utilizzata con la mano sinistra; il coltello invece va disposto a destra. In seguito deve essere posto il cucchiaio a destra del coltello: in questo caso questo deve essere disposto a tavola solamente se sono previste zuppe o minestre.

Invece le posate da frutta devono essere messe davanti al piatto: l’impugnatura del coltello deve essere disposta verso destra, mentre quella della forchetta sarà rivolta verso sinistra. Infine le posate da dessert devono essere messe sopra quelle da frutta con l’impugnatura rivolta verso destra. Per disporre correttamente i bicchieri invece bisogna tenere conto della punta del coltello.

POTREBBERO INTERESSARTI...

Salmone: caratteristiche e proprietà
pesce

Salmone: caratteristiche e proprietà

Tra i vari pesci che popolano il mare, ognuno dei quali con delle specifiche caratteristiche e proprietà organolettiche, vi è il salmone. Si tratta di un pesce caratterizzato da un’alta percentuale di grassi, molto carnoso e decisamente utilizzato sia nella

CONTINUA A LEGGERE »
FRANCIACORTA STORIA E ORIGINI
vino

Franciacorta: storia ed origini

La Franciacorta è stata realizzata nel 1961 precisamente sul territorio franco nel basso lago d’Iseo. Si tratta in modo particolare di una prodotto vinicolo che risulta tra i più amati da tutti gli italiani, in questa zona vengono prodotti spumanti

CONTINUA A LEGGERE »
frutta-e-verdura-cosa-mangiare-a-luglio
alimentazione

Frutta e verdura: cosa mangiare a luglio

Ormai si è abituati a consumare qualsiasi tipo di frutta e verdura durante tutto l’anno, al di là delle singole stagionalità dei prodotti. Questo accade poiché nei supermercati e presso i fruttivendoli si trova quasi sempre qualsiasi alimento. Spesso si

CONTINUA A LEGGERE »

CLICCA E SEGUICI SU INSTAGRAM!


    CHIAMA

    ‎WHATSAPP

    PRENOTA

    MAPPA