Differenza tra Polpo, Polipo e Piovra

Le ricette a base di pesce sono diventate ormai la passione di chiunque, sia di chi non è ancora molto bravo a cucinare sia di chi si cimenta spesso in ricetta nuove e complesse. Con l’avvento di internet al giorno d’oggi è facile mettersi ai fornelli e imparare le basi della cucina italiana e non, ma c’è ancora un dubbio che affligge cuochi e non, un dubbio che riguarda una sottile differenza tra polpo, polipo e piovra.

Molte persone confondono spesso queste tre tipologie di molluschi e spesso quindi si tende anche a semplificare quando si affrontare l’argomento generalizzando con un semplice ‘polpo’ anche se una determinata ricetta è a base di piovra o polipo, pensando che sono identici per forma e sapore, ma non è così, qui di seguito vedremo quali sono queste differenze per poi saperle riconoscere durante le ricette o semplicemente quando si procede con la spesa.

Il polpo

Tra il polpo e la piovra c’è una sottile differenza anche se spesso quest’ultima viene definita per indicare il polpo di tipo comune, quindi generalmente vengono usati come sinonimi.
Il polpo proviene dalla stessa famiglia di calamari e seppie detta Octopodidade, e scientificamente il polpo è chiamato cefalopodo

Le sue fattezze fisiche sono molto particolari e per questo sempre distinguibili da altri molluschi o pesci, possiede un corpo di colore grigio generalmente, di forma tondeggiante e molto flessibile. Il colore del corpo però può cambiare in base a dove si trova, perché muta per mimetizzarsi (proprio come i camaleonti). Solitamente i colori che può assumere sono quelli relativi al suo habitat, come fondali rocciosi. Il polpo che non scende mai sotto i 200 metri, si mimetizza con rocce e fondali bassi quindi può diventare marrone o di diverse tonalità di grigio.

Inoltre, il suo corpo è caratterizzato da otto tentacoli con una lunghezza che oscilla tra un metro ma arrivare anche a tre e possono raggiungere un peso massimo di 25 chili.

La piovra

Come detto poco prima, tra polpo e piovra non c’è così tanta differenza (anzi, possono essere identificati come lo stesso tipo di mollusco) tranne per alcuni dettagli, come la loro grandezza. La piovra è più grande del polpo, anche se di poco.
L’idea della piovra enorme e spaventosa è nata più che altro dagli ambienti cinematografici e dalla letteratura, in cui questi molluschi giganteschi riuscivano ad affondare navi e uccidere chiunque si trovasse a bordo…. ma niente di tutto questo, le piovre non possono superare i 27 o i 30 chili al massimo.

Il polipo

Il polipo invece è completamente diverso sia dal polpo che dalla piovra. Al contrario del polpo, il polipo, fa parte della famiglia definita Phylum Cnidaria, che comprende tutti quegli animali che vivono in acqua e che sono caratterizzati da una simmetria detta raggiata.
Infatti la forma del polipo è fisicamente molto diverso da altri molluschi, possiede una bocca al centro del suo corpo, le estremità dei suoi tentacoli tendono ad andare verso l’alto mentre la sua base rimane ancorata al fondale marino, ci sono molti esempi di polipi che possono rendere semplice la comprensione della differenza tra polipo e polpo.

Tra i polipi possiamo identificare i coralli che si trovano su tutta la barriera corallina, le madrepore e le anemoni di mare.

C’è però una differenza sostanziale tra polpo/piovra e polipo e cioè che i primi sono commestibili e possono essere usati in varie ricette ma il secondo, il polipo, non è affatto commestibile, quindi non è utilizzabile in nessun tipo di piatto.

E se dopo questo approfondimento tra Polpo e Polipi ti abbiamo stuzzicato l’appetito… bene, ecco una delle ricette speciali del nostro Chef Patrick Mancini dedicata al Polpo:

COSA ASPETTI? CHIAMACI ORA E PRENOTA IL TUO PRANZO O CENA!
CHIAMA ORA 0541676550 SIAMO IN VIA POPILIA 298 RIMINI.