Frutta e verdura: cosa mangiare a luglio

frutta-e-verdura-cosa-mangiare-a-luglioOrmai si è abituati a consumare qualsiasi tipo di frutta e verdura durante tutto l’anno, al di là delle singole stagionalità dei prodotti. Questo accade poiché nei supermercati e presso i fruttivendoli si trova quasi sempre qualsiasi alimento.

Spesso si tratta però di prodotti d’importazione, ma la maggior parte delle persone continua a comprarli. In realtà, riuscire (o almeno provare) a consumare la frutta e la verdura di stagione consente di gustare il vero sapore e odore dei prodotti e di assumere i principali nutrienti.

Mangiare frutta e verdura è importante tutto l’anno poiché tali alimenti consentono di assumere specifici elementi nutritivi per una corretta e sana alimentazione e benessere del nostro organismo. Con l’aumento delle temperature diventa però necessario poiché si suda di più, si perdono liquidi e sali minerali: per reintegrare bisogna bere molto e mangiare frutta e verdura.

Nel mese di luglio, tra le verdure di stagione ci sono: bietole, carote, cetrioli, cicoria, fagiolini, lattuga, melanzane, peperoni, pomodori, ravanelli, rucola, taccole e zucchine.

I mesi estivi sono caratterizzati da insalatone e piatti freddi a base di ortaggi colorati, gustosi e freschi. I pomodori vengono mangiati crudi o cotti, ha proprietà antiossidanti, sono ricchi di vitamina A e E e acido ascorbico.
I cetrioli contengono molta acqua (circa il 95%), sono rinfrescanti, depurativo e poco calorici. Inoltre contengono acido tartarico, che inibisce la trasformazione dei carboidrati in grassi. Anche le carote non possono mancare tra gli ortaggi da mangiare a luglio poiché, essendo ricche di betacarotene sono un ottimo alleato anche per facilitare l’abbronzatura.

La frutta da prediligere a luglio spazia dalle albicocche all’anguria; dalle ciliegie ai lamponi; dai meloni ai mirtilli; dalle pere alle pesche; dal ribes e fino alle susine. Per sopravvivere alle temperature, la frutta di stagione è un valido alleato. Per esempio, l’anguria, costituita per il 90-95% da acqua, diventa un idratante naturale, da mangiare quando si è assetati o la pelle è secca per il troppo sole.

Anche il melone è ricco d’acqua, perfetto da gustare in granite e macedonie, e contiene fosforo, calcio, potassio, vitamina C e vitamina B3. Frutti rossi e ciliegie svolgono invece una funzione anti-invecchiamento cellulare e sono gustose da mangiare appena lavate.

Infine, albicocche e pesche sono ricche di betacarotene, che favorisce l’abbronzatura, vitamine, potassio, fosforo, sodio, ferro e calcio, nutrienti che contrastano la spossatezza che si lamenta nei mesi estivi, a causa del caldo torrido.

POTREBBERO INTERESSARTI...

SEGUICI SU INSTAGRAM

[elfsight_instagram_feed id="2"]

    pranzo cena aziendale rimini

    CHIAMA

    ‎WHATSAPP

    PRENOTA

    MAPPA